Conservazione della principale popolazione europea di Berta maggiore mediterranea Calonectris diomedea e altri uccelli pelagici nelle Isole Pelagie

Azione D1 – Monitoraggio fauna, flora e vegetazione

Sarà effettuato un monitoraggio degli uccelli pelagici nelle isole Pelagie, in particolare della Berta minore mediterranea e dell’Uccello delle tempeste mediterraneo. Un’accurata analisi dei benefici ottenuti, misurati su un set di specie e habitat target, così come una dettagliata indagine sugli effetti indesiderati, appaiono indispensabili per valutare i risultati di conservazione rispetto ai costi sostenuti, sia economici che ambientali.
In questa fase si intende infatti condurre un’azione di monitoraggio sull’ eventuale permanenza (post-intervento) di nuclei di Ratto nero a Linosa, e sulle specie  possono essere influenzate dall’ intervento di eradicazione del Ratto nero a Linosa: Berta maggiore mediterraneo (target “diretto” dell’intervento), Falco pellegrino, Barbaggianni e Tyto alba.
Verrà inoltre valutata l’evoluzione della flora e della vegetazione nelle aree dove si interviene con la eradicazione del Carpobrotus e della Nicotiana. Si provvederà a redigere un elenco della flora nel caso delle formazioni più degradate dove le due aliene sono presenti o a dei rilievi fitosociologici ove queste fossero meno diffuse e non abbiano alterato sostanzialmente le comunità originarie.
Sebbene tali analisi siano state condotte in altre isole oggetto di eradicazione di specie, il caso di Linosa dovrà essere dettagliatamente descritto, in quanto si presenta per alcuni aspetti innovativo almeno a scala mediterranea ed europea, trattandosi di un’isola di dimensioni relativamente grandi (molto grande nel contesto mediterraneo) con una significativa popolazione umana. A Lampedusa il monitoraggio del successo riproduttivo di Berta minore mediterranea in presenza e in assenza di controllo dei roditori è necessario per valutare l’impatto dei ratti e individuare adeguate misure di conservazione.
Le attività saranno effettuate dal SAF.

Beneficiario Coordinatore
Università degli Studi
di Palermo
DIPARTIMENTO SCIENZE AGRARIE E FORESTALI
Beneficiario Associato
Dipartimento Regionale Azienda Regionale
Foreste Demaniali

Beneficiario Associato
Fare Ambiente
Movimento Ecologista Europeo
Coordinamento Regionale della Sicilia
Beneficiario Associato
Legambiente
Comitato Regionale
Siciliano
ONLUS
Contatore visite gratuito